sabato 9 aprile 2011

Analisi di tavole-01

(Tavola tratta da "Tiresias" di Rossi e Le Tendre edito ad Casterman)
Come vi dicevo in precedenza ho aperto uno spazio FB dedicato al colore. Oltre a link e immagini di opere che offrono ispirazione e spunti sto cercando di fare un po' di analisi del colore di tavole a fumetti. In sintesi è semplicemente esporre delle pagine e tentare di individuare quelli che ci sembrano i meccanismi dietro la realizzazione. Si prova a elencare cosa si vede per capire la logica della costruzione del colore per diventare più padroni della tecnica e poterla riutilizzare.
Se volete partecipare anche voi potete entrare su FB altrimenti metterò anche qua le stesse tavole e magari trascriverò qualche commento feisbucchiano per dare uno stimolo. Vi prego non lasciatemi sola. :D

4 commenti:

Claudia ha detto...

Ed ecco alcuni commenti.

Paolo Raffaelli:"la prima cosa che mi salta all'occhio, essendo un disegnatore e non un colorista è che l'inchiostro è stato pensato in funzione del colore. Rossi aveva ben in mente come voleva fosse il risultato finale. Il segno è quasi annullato in favore di una colorazione che in alcuni punto lo sostituisce del tutto."

Claudia Checcaglini: "La palette usata è formata una prevalenza di colori molto desaturi con componenti calde usate per terreno e buona parte dei personaggi che aumentano la saturazione solo quando affrontano dei primi piani a queste sale di colori che percepiamo come molto armoniche. Fanno da contrappunto a quest'armonia il contrasto tra giallo-arancio dello sfondo molto vivo e le ombre blu elettrico. Questi due colori vivi sono complementari e quindi assieme riformano l'intero dei primari e quindi danno senso di interezza, di completamento. Il risultato è che pur sembrando una tavola molto contrastata è gradevole e rende un atmosfera tranquilla di una giornata assolata.
Il contrasto tra i valori tonali è usato per far risaltare certe cose ad esempio la folla della terza vignetta su una zona non in ombra del suolo ma la distinzione dei piani non viene affidata per la maggior parte a contrasti chiaro-scuro ma bensì a contrasti tra tinte calde e fredde. I personaggi assumono talvolta sfumature blu per risaltare su sfondo giallo e, come nell'ultima vignetta, alle volte un ppp si antepone con colori più caldi usando il piano medio per staccarsi dal fondo."

Gloria Martinelli:"come già ti dissi in privato, è una tavola che poco mi è congeniale sia per palette che per utilizzo di luci e ombre, quindi mi viene un po' difficile entrarci e capire cosa sta dietro a questo lavoro.
Per esempio non capisco come mai nella seconda vignetta abbia lasciato tutto in ombra. Capisco che è un controcampo delle ultime (presumo) e quindi il cielo non giallo e poco saturo serva a dare indicazioni della posizione (riferita alla vignetta 3), ma non capisco invece come mai non abbia dato una maggiore luce ai due personaggi in primo piano, stessa cosa che ha fatto nell'ultima vignetta: per mio gusto personale probabilmente avrei messo i suoi colori freddi sui due personaggi in primo piano, in modo da rendere il contrasto con il cielo giallo, molto più saturo di quello usato sulle persone. Ovvio che quello che dico è subordinato ad una sensibilità personale, trovo che questa tavola abbia in se un tono che si starà portando da più pagine, in sequenza...non so cosa ci sia prima o dopo in effetti, ma trovo che manchi un punto “focale” nell'insieme (magari è nella tavola a fianco... :D).
Penso che abbia voluto rendere il calore della terra e abbia giocano bene con le ombre molto fredde...

per quanto riguarda il nero, per esperienza, quando ti ritrovi questo tipo di inchiostrazione e non sei tu ad averlo fatto, beh... è un bel dilemma: devi studiare molto bene la resa che vuoi dare guardando tutta la sequenza e quindi pensare a come la luce si muove sui personaggi e sugli ambienti. Hai più libertà, ma ci deve essere una comunicazione pazzesca con il disegnatore (oppure del tutto assente e tu hai carta bianca assoluta XD)..."

Shishitsu Nari ha detto...

HEYEHEYEHEYEHY orca vacca! Ci servi(te!)! X°DDDD Io ho un blog, che si chiama ComicTopic, con un mio amico. In pratica analizziamo le tavole e le opere proprio in questa maniera.
Per il momento stiamo acnora impostando gli articoli, per cui non sono proprio così approfonditi, anche perché stiamo lavorando in due. Se volete dare un vostro contributo (ci serve aiuto), siamo qui: http://www.comictopic.blogspot.com/ Vi aspettiamo e gran bella analisi. <3

Claudia ha detto...

Grazie mille per l'offerta ma io sono una colorista e queste "analisi" le faccio a scopo di imparare qualcosa di più del colore sperando che qualcuno mi segua nei miei deliri. Non ritengo di avere le basi per fare una critica seria ad un fumetto e, per via del poco tempo libero, già porto avanti con fatica il mio progetto. Per questi motivi mi vedo costretta a rifiutare, buona fortuna per il vostro sito che ho visitato e sappiate che ammiro l'impegno che ci mettete.

Shishitsu Nari ha detto...

Sì, è esattamente la stessa cosa che facciamo noi. ._. non è una critica di stampo generale, ma una vera e propria analisi finalizzata a stimolare l'attenzione dei lettori. Comunque ti ringrazio, non abbiamo obblighi di alcun tipo, anche per noi è un semplice passatempo. Nel caso volessi "donarci" qualche tua analisi, saremo senz'altro felicissimi di accettarla. Buona fortuna anche a te e in bocca al lupo per il tuo lavoro da colorista. ;)