giovedì 6 dicembre 2007

Primissima parte del tutorial (14° parte tutorial)


Ed eccoci alla prima puntata del tutorial, sì avete letto bene la prima anche se viene per ultima.
Iniziamo dal principio. Prendiamo il caso in cui lavoriate con le tavole originali dell'autore, dovrete scansionarle a 1200 ppi in bitmap se sono in china bella nera mentre se ci sono delle sfumature a 600 ppi in scala di grigio. Questa solitamente è la richiesta che vi fa un editore francese, questa scansione viene richiesta dall'editor per evitare di spedirgli gli originale e perchè loro si possano tenere una copia di una qualità eccellente che potranno riprodurre come vorranno.
Dopo la scansione se è stata fatta in bitmap basta portarla in scala di grigio ed è già apposto mentre se è il scala di grigio si può tentare di rendere più netto il segno, ovviamente senza snaturare il volere del disegnatore. Se ha messo delle sfumature volontarie non di deve rendere tutto nero. Possiamo operare sul nero andando su metodo->livelli e spostando il cursore a destra e quello a sinistra.
SOLO dopo aver portato a scala di grigio si può ridurre la tavola a 300-400ppi ed iniziare le operazioni di preparazione al colore.
Andiamo sul canale del grigio (l'unico che abbiamo) ci clicchiamo sopra tenendo premuto ctrl o mela e avremo un calco del bianco, facciamo selezione inversa e avremmo il nero.
Prendiamo il secchiello con del nero, creiamo un nuovo livello e riempiamo la selezione con il nostro colore.
Il livello sotto dello sfondo possiamo selezionarlo tutto e cliccare su Delete.
Otteniamo due livelli: bianco e nero. Abbiamo il nostro panino da imbottire :)
Tra questi livelli inseriamo altri livelli che saranno: base-personaggi....
Trasfrmiamo il file in metodo CMYK SENZA unire i livelli e possiamo iniziare.
Uso questo metodo per staccare il nero che può essere messo così modalità normale e permette di colorare il tratto in modo facile usando la funzione che blocca i pixel trasparenti.
Ma c'è ancora qualcuno? o_O
Cmq io ho terminato.

5 commenti:

Ketty Formaggio ha detto...

Cara Claudia, mi insegnò questo metodo il buon Sergio Algozzino appena iniziai a lavorare per Redwhale. ^__^ Non è una cosa su cui sorvolare.
Posso aggiungere due cose al tuo tutorial?

1) quando riempio col secchiello, mi è stato raccomandato di mettere il colore in "moltiplica" sicchè da non dare effetti di grigio sulla china ma invece trasformare quel grigio in trasparenza.

2) a volte per le chine molto pulite capita ci siano delle sbavature o piccole particelle mal visibili sullo schermo ma ben visibili sulla stampa. Per toglierle basta andare sul livello della china e usare le opzioni di fusione. Aggiungendo per esempio una traccia colorata puoi evidenziare quei minuscoli puntini sbavettosi che potrai cancellare facilmente. una volta pulita la china basta togliere lo Stile di Livello.


Vedi se ti serve ^__^
Baciotti!
k

Francesca ha detto...

wow, bellissimo tutorial!! ho seguito "la teoria", davvero interessantissime tutte le parti sui colori, ombre e luci sui diversi materiali...
ma, da completa intrusa, un sacco di cose tecniche non sapevo neanche esistessero... già al secondo post ero persa (impostare il tasso d'inchiostro????? non sapevo si potesse!! waaah!)
Penso che queste cose debbano essere provate con la pratica per essere capite...
Comunque direi che è hai fatto un tutorial formidabile, la prossima volta che mi capiterà di colorare delle vignette (???) lo seguirò passo passo e capirò anche gli strumenti... o ti tempesterò di domande! :D

Wally ha detto...

Son stato zitto per tutta la durata della lezione, giusto per non disturbare. Adesso posso dirla una cosa? Si... GRAZIE.
Sei stata grandiosa, primo per la maniera in cui hai trattato gli argomenti, secondo per averlo fatto.

filippo ha detto...

Non posso che essere d'accordo con Wally. Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza.

Claudia ha detto...

Ketty: E' il metodo usato in scuola Disney. Quella del mettere in moltiplica il secchiello lo sentita dire ma ho provato a fare diversi tentativi ma ancora non sono riuscita a vedere la differenza che se lo metti in modalità normale. Molte case editrici voglio cmq un sostegno sotto il nero.
Grazie anche per il secondo consiglio.

Francesca: Sì la pratica fa venire dubbi ma anche capire meglio certi passaggi, molte cose con PS sono complicate a spiegarsi ma immediate a vedersi, stavo cercando di organizzare un corso dal vivo apposta ma per ora resta una volontà che non so se si trasformerà in realtà, devo capire dove posso farlo se verrebbe qualcuno e bla..bla...Sicuramente mi piacerebbe avere delle persone davanti senza un pc di mezzo. Se ti accorgi che c'è qualcosa di poco chiaro fai un fischio.

Wally: Grazie mille a te. E' bello sapere che è piaciuto, che le ore che ci ho perso sono state ore spese bene. Che dire...grazie.

Filippo: Grazie a voi che avete letto questi lunghi post