martedì 23 ottobre 2007

Ombre (4°parte)


Prima aggiungo le ombre sopra il livello base per le basi e sopra quello dei personaggi per le ombre dei personaggi. Metto questi livelli in modalità moltiplica e inizialmente stendo un colore unico su tutti le superfici. Si può usare o un grigio o un colore che sia complementare a quello della luce, come succede in natura.
Solitamente faccio diversi livelli ombra alcuni anche in fasi successive a questa. Ne faccio un per le ombre sfumate, una per le ombre date con il pennello e successivamente ne posso aggiungere altre per sottolineare una stacco tra i piani o per aggiungere qualche tono più scuro là dove serve.

Durante queste operazioni faccio sempre delle campiture piatte leggermente più larghe del dovuto , per individuare i piani in cui batte la luce o l'ombra e poi prima sfumo con lo strumento goccia e poi intervengo con la gomma a dare una forma e una sfumatura seguendo l'andamento delle superfici. (Ovviamente questo perché è un fumetto da colorare in modo realistico nei fumetti con colorazione più grafica le ombre le do con il pennello o, nei punti dove serve molta precisione, con una selezione passata al vettoriale.)
Le ombre come le luci devono poi essere accentuate o diminuite di intensità in taluni casi, secondo la diversa ruvidezza dei materiali la saturazione del colore di partenza e così via. Si deve considerare il materiale, le diverse sfaccettature del materiale riflettono in direzioni diverse e fanno delle ombre che danno un’idea di “mosso” se non viene riprodotta sembrerà tutto plasticoso. Devo poi variare il colore sull’incarnato, il tono azzurro ad esempio lo viro verso un violaceo o rosso per non fare assumere alla pelle una sgradevole sfumatura grigiastra. Ovviamente il colore dell'ombra deriva dal colore della luce che influenza la superficie e al suo interno riflette maggiormente l'ambiente circostante.
La versione sopra della mia tavola comprende alcune modifiche successive che prendono un senso solo con i livelli atm che ho messo poi, come la sfumatura usata sul cielo.

10 commenti:

Wally ha detto...

Mi da enorme sollievo sapere che il mio metodo di lavorare (almeno sino a questo punto 4) è del tutto simile al tuo! ^__^'

filippo ha detto...

Anch'io lavoro in maniera simile con diversi livelli per le ombre ma per alcuni adopero la modalità "moltiplica" altri con "differenza" o "esclusione" per le ombre molto scure in modo da non perdere completamente i dettagli.

Charlotte17 ha detto...

anche io, anche io lavoro in maniera simile *_* però senza moltiplica :p devo provare ^__^

Claudia ha detto...

Consiglio a tutti di leggersi nella guida di Adobe la sezione: Selezionare metodo di fusione, il cui sono elencati i metodi di fusione come agiscono, conoscerli vi dà una mono ad usarli correttamente.Poi ognuno sceglierà il suo metodo, io preferisco utilizzare ombre con toni leggeri e quindi moltiplica fa al caso mio, anche se alle volte quando si vuole avere la padronanza completa si può utilizzo normale, anche se come metodo è meno veloce. L'alternativa che uso spesso è un livello in normale sopra dove inserisco effetti particolari, di cui volevo parlare nella prossima puntata. Cmq si possono aggiungere pennellate o sfumature sulle ombre bloccando i pixel bianchi per poter cambiare solo quello che si vuole.

Niccolò ha detto...

Anche questa parte è interessante e ben spiegata, mi garba un monte seguire questo tutorial.
Bene, brava, bis!

Panfilia ha detto...

ciao ^^
nn so se ti ricordi di me...
comunque bella l'iniziativa^^

imp.bianco ha detto...

Ciao! Già tempo fa avevo visto il tuo bel blog. Credo pure di aver lasciato un commento :P comunque ti volevo dire che il tuo blog è così bello che Uatu l'Osservatore ha deciso di segnalarlo nel mio blog XD http://blog.libero.it/X3/

X-Bye

Fabrizio ha detto...

Ciao Claudia, seguirò e sperimenterò i tuoi consigli. Un originale con grigi a pantone su una base colorata in digitale a tinte piatte, secondo te si può sfruttare?

Saluti

Fab

Ketty Formaggio ha detto...

Chissà per quale strana alchimia sono spariti i commenti anonimi (cioè avevo dimenticato la password ma avevo comunque firmato i commenti) che ti avevo fatto agli ultimi due post. Sono entusiasta di questo work in progress. E ci sono cose che faccio fatica a capire. Vedrò di fare delle domande in seguito. Ciao! ^__^

Claudia ha detto...

Niccolò: Mi fa piacere che diverta.
Panfilia: Ciao Panfilia, benvenuta, sì che mi ricordo di te, appena aggiorno i link inserisco il tuo blog.
Imp. bianco: Sì, mi ricordo di te, ringrazia molto l'Osservatore da parte mia, grazie per l'articolo.
Fabrizio:Umhhh...non ho capito bene la tua domanda, volevi dire se volevi dire se si può usare un originale con mezze tinte come base per una colorazione digitale, certo che si può utilizzare io ho lavorato coi colori su una mezzatinta ad ecoline e i risultati erano molto belli. Se non ho capito niente dimmelo. o_O
Ketty: Non so cosa sia successo, ho controllato e sono ancora ammessi i commenti anonimi, boh non so che dire, mi spiace.
Grazie per il sostegno, se hai domande sono qua ;)