lunedì 2 marzo 2009

Impressioni su Mantova comics&games


Ieri sono stata alla mostra al PalaBam. Non avevo intenzione di portare materiale ad editor, quindi non ho visto come andava, ho solo visto la marea di persone cartellina munite :D che affollavano il corridoio superiore dal quale sono fuggita in breve.
La mostra era piccola ma offriva una buona panoramica su tutto quello che è stato pubblicato in Italia, il pomeriggio alcuni corridoi erano molto affollati e non era facilissimo acquistare ma confrontandola al caos di Lucca non c'erano quasi problemi.
Anche se un appunto lo vorrei fare ai negozianti che vendevano lì, la maggior parte chiacchierava in un modo fastidiosissimo. Non appena provavi ad avvicinarti arrivavano questi "falchi" e oltre a tenerti sott'occhio dovevano pure spiegarti vita morte e miracoli di ogni loro pubblicazione. Così, mentre cercavo invano di guardare gli albi per eventuali acquisti dovevo subire un fiume di parole e non ci capivo più niente. Alla fine ho rinunciato a fare acquisti tranne un paio di volumi allo stand Q-press dove almeno lo standista parlava ma non a vanvera.

Ho sentito la mancanza di mostre annesse o incontri che non fossero presentazioni di albi, sabato ce ne era una sola, so che sono quel tipo di incontri dove non partecipano in molti ma sono anche un segno, secondo me, della'"attività" fumettistica viva.
L'impressione che mi ha fatto questa mostra era di una mostra di bottegai, niente di male in tutto questo, ma da fumettista non posso negare di aver provato un po' di dispiacere per il clima di poco dibattito culturale.

Incontri sparsi-

Ho visto Betta-Fly nel momento peggiore quello dove già stavo affamata alla ricerca di qualcosa sa sgrifare e sono stata di poche parole, mi dispiace.
Non so come posso aver fatto ma parte Paolo, Gloria e il piccolo Marco ho incrociato ben poche persone di quelle che avrei voluto salutare anche se so per certo che c'erano . O_o
Alcune le ho viste nei momenti in cui non si deve importunare e quindi non ho potuto esercitare troppo la pratica della chiacchiera che amo molto mi dispiace per i miei amici di lunga data che mi hanno dovuto sopportare anche questa volta per intero :D.

6 commenti:

Mobu ha detto...

Solo due parole (non di numero) e non su mantova. Complimenti per i lavori dei post precedenti. :) fine

la_pìo ha detto...

io c'ero ma ero convinta che non saresti venuta fin quassù per cui non ho nemmeno provato a cercarti!:-|
D'altro canto tanto non avevi dietro il cellulare...:D!

SILVIO ha detto...

..non ci sono stato, ma volevo complimentarti per questa foto che mi ricorda tantissimo un quadro di Monet...non era Mantova ma Londra..forse

Filodichina ha detto...

Ciao! Allora eri tu quella che ho intravisto allo stand Q-press verso le 17 di sabato... Le mie capacità di fisionomista lasciano mooolto a desiderare (e forse non solo quelle)... Sono stato allo stand della BD e guardavo lo standista pensando: ok la moda dei cosplayer, ma che uno standista si travesta da Tito Faraci...! :)

Già, peccato per la mancanza dei dibattiti sul fumetto; ne ho seguito uno interessante sulla sceneggiatura nei videogames.
Bella foto!

Grig ha detto...

che bella foto!!! ^^

Claudia ha detto...

Grazie mille Mobu e auguri per la tua striscia ittica :D
Pìo: se non c'è fiducia...
Silvio: grazie, Mantova è stata gentile con me regalandomi questo tramonto.
Filodichina:mi hai beccato, stavo acquistando "Rurale!" peccato che non riusciamo mai a scambiare due parole.
Grig: grazie!