venerdì 5 ottobre 2007

Du' foto ma anche tre



Interrompo la carrellata di colorazioni dei partecipanti al contest con due foto, devo fare qualcosa anch'io in questo blog. :)

16 commenti:

neikos ha detto...

Oddio è Fabbbio Lai!
Dichiaro questo blog non adatto ai minori di 87 anni.

Ketty Formaggio ha detto...

Mi piace soprattutto quella con la tenda, evocativa.

Niccolò ha detto...

Foto molto intense, Fabio si merita la copertina di Vanity Fair.

Claudia ha detto...

Io scatto le foto e poi due commenti su tre sono per il mio modello?
E se fosse merito anche un po' mio della riuscita ? I fotografi non hanno gloria.

Anonimo ha detto...

Belle, in b/n è difficile da calibrare, ti son venute bene... lui somiglia all'attore che ha interpretato Leonida in 300... saranno le ombre ^___^
Mari

neikos ha detto...

lui somiglia all'attore che ha interpretato Leonida in 300...

E fu così che l'ego del signor Fabio Lai circumnavigò l'Africa in sessanta secondi.

Chi lo fermerà ora?

imp.bianco ha detto...

Wow che bel blog! Ti linko nel blog! Comunque anch'io nel mio blog sto tenendo una mezza specie di concorso di disegno. Se vuoi votare i disegni in concorso basta che vai a questo link
http://blog.libero.it/X3/commenti.php?msgid=3345255&id=48358#comments
Chi meglio di una colorista professionista,dico io,può votare dei disegni? :P
X-Bye

imp.bianco ha detto...

Scusa ho notato che il link è stato tagliato...
http://blog.libero.it/X3/commenti.php
?msgid=3345255&id=48358#comments

X-Bye

Ketty Formaggio ha detto...

Claudia ha detto...

Io scatto le foto e poi due commenti su tre sono per il mio modello?
E se fosse merito anche un po' mio della riuscita ? I fotografi non hanno gloria.


Anche i coloristi ne hanno poca, se è per questo! ^__^ Dì la verità, quando fai vedere una storia colorata da de a un profano, cosa notano prima, disegni o colore. A me hanno sempre notato prima se son buoni o no i disegni.

Niccolò ha detto...

Alessandro Dezi mi ha invitato a partecipare a questa lodevole iniziativa.
Personalmente ho molta fiducia in Mr. Dezi ed aiutarlo nell' impresa mi sembra proprio una cosa da fare!
Aderite numerosi.
Di seguito trovate il comunicato stampa, mi raccomando disegnate, disegnate e fate pensare!

“CHILDREN NO MORE”
Mostra a fumetti contro la violenza sui minori

“CHILDREN NO MORE” sarà una mostra dedicata alla violenza sui minori. Sarà organizzata da Alessandro Dezi, e Fiorenza Filippi, per conto dell’Associazione Onlus “Karibu”, (www.karibuonlus.it) che si occupa di missioni umanitarie nei paesi in via di sviluppo. Diversi sono i progetti già avviati e in fase di realizzazione in Tanzania e Perù, come adozioni a distanza, istruzione, edificazione di strutture, promozione dell’artigianato e dell’imprenditoria autoctona, con cifre spesso davvero ridicole per gli standard occidentali.
La mostra è prevista per la primavera del 2008, salvo imprevisti. Il tema è: la violenza sui minori, in ogni sua possibile accezione (bambini soldato, lavoro minorile, prostituzione, violenza sui minori, ecc.). Il progetto sarà quello di inaugurare a Colleferro (Roma) per poi renderci itineranti in diversi posti d’Italia, per almeno i due anni successivi. Lo scopo è quello di reperire fondi per sovvenzionare i progetti umanitari: fondi che andranno interamente devoluti (né gli organizzatori, né l’associazione tratterremo un solo euro, nemmeno per coprire le spese che saranno interamente sostenute dai soci).

Contiamo di coinvolgere nel progetto autori noti e non, professionisti o esordienti. E, comunque, tutti quelli che vorranno aderire, con nostro sommo piacere.

Gli artisti partecipanti potranno interpretare il tema come meglio ritengono opportuno. Le illustrazioni possono essere in bianco/nero o a colori. L’opera, con risoluzione 300 DPI, può essere inviarla sin d’ora esclusivamente via telematica all’indirizzo mail: childrennomore@yahoo.it

Non chiederemo tavole originali (non possiamo permetterci di pagare un assicurazione per le tavole esposte) ma provvederemo ad effettuarne stampa in alta definizione da esporre.

Il termine ultimo per inviare le opere è inderogabilmente il 31/01/2008.

Verrà creata una mailing list mediante la quale terremo tutti gli autori partecipanti in costante aggiornamento sull’evolversi del progetto.

Vi ringrazio per l’attenzione.

Saluti

Alessandro Dezi

Claudia ha detto...

Grazie Mari, le foto in bn spesso mi attraggono di più sono più astratte, la composizione dipende più dalla giometria non essendoci l'elemento colore ad influire sull'equilibrio dell'immagine.
Anche Fabio ringrazia anche se il fatto di essere paragonato con quell'energumeno ci ha fatto ridere pensando alle diversità dal collo in giù. Ahah ah.

Ketty: Beh se ti presenti come colorista di solito evitano di parlare subito del disegno.
Certo che il disegno alla base fa tanto, soprattutto nel facilitare il lavoro del colorista. Ma qualche volta mi sono sentita dire anche hai fatto un miracolo dall'editor e poi l'autore ha rifiutato i miei colori :)

Fabio Lai ha detto...

>lui somiglia all'attore che ha interpretato Leonida in 300...

In effetti capita spesso che qualcuno fermandomi per strada mi faccia notare l'incredibile somiglianza che mi lega al suddetto attore.
Generalmente per non deludere le aspettative mi straccio la camicia rimanendo a torso nudo e prendo a gridare: "stasera ceneremo a Sparta! Ho già prenotato per 300!"
Cose così.

Ketty Formaggio ha detto...

Claudia ha detto...
Ketty: Beh se ti presenti come colorista di solito evitano di parlare subito del disegno.
Certo che il disegno alla base fa tanto, soprattutto nel facilitare il lavoro del colorista. Ma qualche volta mi sono sentita dire anche hai fatto un miracolo dall'editor e poi l'autore ha rifiutato i miei colori :)


Bè, direi che hai ragione ma io non ho ancora vissito le tue esperienze. Ammetto di non aver fatto vedere in giro poi a così tanti editor il mio colore. Strano forse. Ho ancora poca esperienza editoriale...

Claudia ha detto...

Mi sono spiegata male intendevo che quando mi presento come colorista, ovviamente a chi capisce cose sia una colorista, ti fanno sempre dei commenti al colore. La qualità del disegno sotto influenza molto, può rendere più facile il lavoro del colorista anche se esistono casi in cui è il colore a dare una mano al disegno o almeno gli da un tono in più( gioco di parole involontario). In questo ultimo caso però non sempre questa bravura ti assicura il lavoro perchè magari agire troppo sul disegno può non piacere al disegnatore.

paolo ha detto...

Un disegnatore che non capisce quando una buona colorazione migliora il suo lavoro è un imbecille.
Purtroppo il mio colorista sono io.

paolo ha detto...

SPARTAAAAAAAAAAAAAAAAA!