mercoledì 10 ottobre 2007

11° versione: Francesca Resta


Ultima versione arrivatami: una visione al tramonto di Francesca Resta.
Giovane colorista alla sua seconda esperienza in colorazione di vignette.
L'idea di provare una versione al tramonto con una scala di toni dal blu al rosso può funzionare ma è strano che il blu dei tetti si percepisca così saturo ovunque e soprattutto il condizioni di scarsa luminosità con una forte componente rossa. Se le case fossero state di un colore meno intenso sarebbero meno appariscenti e si potrebbe godere maggiormente del lavoro che hai fatto. Mi piace come hai reso il cielo, lavorato ma con pennellate non troppo appariscenti. Mi piace anche il lavoro sulle nuvole per quanto hai fatto molto marcato un riflesso arancione e nella vignetta l'unico oggetto con un tono simile è il faro quindi sembra che sia tutto interessato da questa luce mentre nell'atmosfera intorno al segnalatore non c'è traccia di una forte luce. Se questa luce è dovuta al tramonto avresti dovuto aggiungere una sfumatura di quel colore attorno al punto ove è tramontato il sole
Restando alle luci forse non era male se, oltre ad accentuare la luce del faro, avessi usato un po' più di luce per le finestre più vicine.
Il mare mi garba assai, sia per i toni che per come lo hai realizzato. Mi piace molto in draghetto-segnavento con quelle pennellate sembra proprio fatto di ferro battuto in modo rudimentale.
Molto azzeccato anche la colorazione sul Flatulor.
Ti allego anche un paio di scale di colore che sarebbero state molto appropriate dovresti usare più toni intermedi che leghino i colori, cmq già se tu cambiassi il colore dei tetti e aggiungessi un po' di luce il risultato sarebbe già molto buono.
Per essere la tua seconda colorazione più complessa è molto, molto buona. Ci hai messo molta cura e tecnicamente non è niente male, complimenti e anch'io apprezzo il rosa-violaceo ;)

4 commenti:

Francesca ha detto...

ops, hai ragione... ho usato un arancione come "luce forte" del tramonto su nuvole e oggetti e poi ho usato la stessa tonalità per la luce del faro! confonde parecchio! soprattutto perchè nella sfumatura del sole l'arancio è praticamente scomparso... (accidenti al mio uso pesante dei blenders ;))

Infatti la luce del faro la intendevo ancora molto tiepida... come un lampione che si sta scaldando... beh, un grosso lampione!

Il blu in effetti buca un po'... XD ma era una tonalità così bella! (no scherzo, capisco... è vero! avrebbe dovuto essere più violaceo! e qualche tono intermedio non avrebbe guastato affatto... infatti così, soprattutto a "dimensione di stampa" sembrano molto uniformi!)

Le finestre delle prime case sembrano un po' spente... nella mia testa la luce ambientale è ancora abbastanza forte da non far notare troppo le finestre come punto luce, secondo te basterebbe aggiungere dei toni più chiari all'interno delle finestre (come il centro del faro, tipo) o dovrebbero avere anche un "alone" luminoso?

Mi è stato fatto notare che le case sullo sfondo appaiono troppo chiare, tu che ne pensi?


Grazie mille per suggerimenti e consigli!! Mi sono divertita e ho imparato molto! ;) ottimo contest!

Charlotte17 ha detto...

sono appena *approdata* sul tuo blog e volevo farti i complimenti per i consigli che dai per quanto riguarda la colorazione ^_^ sono davvero utili e ho intenzioni di leggermeli tutti attentamente (e magari di provare a colorare questo disegno nel migliore dei modi... ho tanto da imparare io :P). Ancora complimenti per il blog ^__^

Ryo ha detto...

A proposito dei tetti blu: ma è così importante che la colorazione sia assolutamente realistica? Un tocco di stramberia secondo me è più che giustificato, se come risultato ha un bell'effetto. Io poi sono quello che a scuola veniva sgridato perché faceva il cielo arancio e gli alberi blu... ma, anche senza esagerare, un po' di psichedelia ci dovrebbe sempre essere (sennò cheppalle, mi guardo una foto che di certo è fatta meglio!)

Claudia ha detto...

Francesca: Ok vada per il faro in riscaldamento (come idea è molto carina) ma allora dovresti limitare la zona arancio e magari nella parte più esterna dei vetri far vedere il colore del cielo come se la luce fosse ancora debole.
Se vuoi fare la stessa cosa per le luci delle case allora basta inserire dei toni più luminosi, un giallo ci starebbe bene all'inerno e lasciare il resto della superficie più scura per esaltare il contrasto. Le case dietro più chiare vanno bene, se erano più scure si staccavano peggio i piani e cmq in lontananza le cose sembrano più chiare, magari io avrei esteso questo effetto anche alle prime case del gruppo più a sinistra.
charlotte17: Grazie dei complimenti. Prossimamente comincerò a mettere una mia tavola descrivendo i passaggi con cui l'ho realizzata.
ryo: No, il realismo non è la sola strada. Il cielo è bello anche verde, specie se notturno e le case stanno bene anche blu, quello che facevo notare a Francesca è che le sue risaltano troppo, integrandosi poco con l'ambiente per questo le consigliavo di usare dei toni intermedi per bilanciare la sua tavola. Sarà anche che io sono abituata a vedere immagini che sono realizzate per la stampa e colori vividi come il blu di Francesca non viene su carta.