sabato 19 aprile 2008

Proposta di legge

Dopo il mio post sulla divisione dei proventi tra i vari coautori ho cercato un po' di documentazione ed è caduto a fagiolo la presentazione della raccolta di firme per la proposta di legge che farà Ivo Milazzo in occasione del Napoli Comicon. Luca Boschi annuncia nel suo blog la presenza di Milazzo che parlerà di questa questione, vi rimando al suo blog se volete sapere quando avverrà l'incontro cmq vi terrò aggiornati anche per dove e come potrete dare la vostra adesione all'iniziativa se non andate, come me, alla mostra di Napoli. Certo la strada è dura e il nuovo governo non so quanto spazio darà a una questione del genere ma se vi sembra giusta dobbiamo muoverci per fare qualcosa altrimenti dovremmo accettare in silenzio la situazione e non avremo più diritto di lamentarci.

Copia-incollo la proposta di Milazzo che mi pare giustissima e assennata.

"La presente raccolta di firme è necessaria per convincere il governo in carica ad approvare la proposta di legge n°6681 per gli autori di fumetti, ad integrazione della legge sul Diritto d'Autore n°633 del 22 Aprile 1941, o il nuovo testo legge, che la comprende, presentato il 18/12/2008 al Ministro Francesco Rutelli dal presidente del Comitato Consultivo Dott. Alberto Maria Gambino.
La suddetta proposta è stata presentata alla Camera nel 2000 e al Senato nel 2004, ma, nonostante il consenso trasversale di tutte le forze politiche dell'arco parlamentare in entrambi i casi, ad oggi non siamo riusciti ad arrivare all'agognata meta per un annoso vuoto giuridico.
In Italia il Fumetto, nato ufficialmente pochi mesi dopo il Cinema, deve ancor'oggi esistere a livello legislativo e questa mancanza ha creato non pochi problemi agli autori delle parole e dei disegni che hanno riempito l'immaginario di milioni di lettori di tutte le generazioni.
L'augurio che ci facciamo è che il riscontrare l'adesione fisica, oltre che virtuale, alla proposta da parte di autori, editori, associazioni, simpatizzanti, ecc... muova le coscienze di chi, mandato ad occuparsi degl'interessi di tutti i cittadini, trovi il tempo per riconoscerci almeno il diritto di esistere nella tutela dei nostri diritti."


TESTO DELLA PROPOSTA DI LEGGE

Art. 64-septies. - 1. Nelle opere dell'arte del disegno cosiddette "a fumetti" la parte letteraria e la parte grafica sono inscindibili ed essenziali nell'azione creativa della narrazione, e pertanto il contributo dell'autore letterario e di quello grafico si considerano equivalenti, anche ai fini dell'utilizzazione economica dell'opera; l'esercizio dei diritti di utilizzazione economica, in percentuale alla vendita o nelle varie forme di sfruttamento, spetta all'autore o ai coautori in parti uguali; solo nella fase produttiva dell'opera stessa, in considerazione della disparità di tempo necessario alle due parti creative per la sua realizzazione, il compenso, a pagina o a percentuale, ripartito tra le parti in maniera proporzionale; le tavole originali sono di proprietà degli autori.

2. Qualora l'autore letterario ovvero quello grafico abbia contribuito in via esclusiva alla caratterizzazione dei personaggi delle opere di cui al comma 1, i diritti sui personaggi stessi competono a tale singolo autore.

3. Nelle opere "a fumetti" di produzione seriale che necessitano dell'apporto di collaboratori, si considerano autori o coautori titolari della serie, con diritto di supervisione sul prodotto, lo scrittore e il disegnatore ideatori ed iniziatori della serie stessa; i collaboratori delle opere "a fumetti" di produzione seriale sono autori solo della propria produzione e proprietari in percentuale dei diritti per quanto attiene alle ristampe o riedizioni, alle vendite all'estero o a qualsiasi altro sfruttamento della stessa; la libera contrattazione tra le parti stabilisce la percentuale dei diritti spettanti ai collaboratori».

Un grazie anticipato a tutti coloro che ci sosterranno con la loro firma.


1 commento:

Design270 ha detto...

io firmo dovrei essere a napoli sabato e domenica